« Torna agli articoli

8° Triathlon sprint della Alta Val Tidone – Diga del Molato

20 giugno 2017 | Silvia Zannoni

Domenica 18 giugno la stupenda location dell’alta Val Tidone ha accolto oltre 300 atleti pronti a sfidarsi in uno dei triathlon sprint più impegnativi e al contempo suggestivi d’Italia. I luoghi del percorso ineguagliabili per fascino a partire dal nuoto nelle acque smeraldo del lago di Trebecco,per poi proseguire nello snodarsi dei percorsi ciclistici tra verdi pendii collinari e il bel borgo di Caminata, fino all’ultimo tratto di corsa sullo sbarramento della diga del Molato. Tutto il percorso in massima sicurezza con il traffico veicolare bloccato. Una perfetta organizzazione e ottime condizioni atmosferiche hanno completato una giornata che può raccontare di un successo sportivo sotto tutti i punti di vista.

All’arrivo solo facce stanche ma felici.

I primi atleti sono giunti di prima mattina per visionare il percorso, qualcuno era arrivato in Val Tidone già la sera precedente, ma all’apertura della zona cambio si sono fatti trovare tutti pronti, in fila ordinata per posizionare il materiale perché nulla fosse lasciato al caso.

Le distanze da percorrere erano 750 mt. di nuoto, 20 km. in bicicletta e5.000 mt. di corsa

La zona di partenza della frazione di nuoto, suddivisa in due batterie maschili e una femminile, quest’anno è stata spostata a causa del basso livello idrico del bacino, ma questo non ha minimamente compromesso la buona riuscita della gara. I migliori nel nuoto prendono subito le distanze e già subito dopo la prima boa il gruppo è molto allungato con gli ultimi atleti in coda alla prima batteria presi dai primi della batteria seguente. I primi 8 atleti usciti dal nuoto ad una manciata di secondi l’uno dall’altro si ricompattano subito in gruppo in bici forzando l’andatura. Staccato di circa 30” esce il nostro Michele Pezzati, che sebbene si debba sobbarcare tutto il tratto ciclistico da solo, riesce a non farsi distaccare ulteriormente. In campo femminile tra le prime ad uscire dall’acqua c’è Tania Molinari che subito va a recuperare la testa della gara insieme ad un gruppetto di altre 4.

Al rientro in zona cambio la situazione è più o meno invariata ma all’inizio della frazione di corsa i primi due atleti maschi si staccano subito dagli altri e vanno a disputarsi la vittoria, mentre la terza piazza viene decisa nel finale. In campo femminile il gruppo in bici ha tenuto un ritmo sostenuto ma è Tania Molinari la prima ad iniziare la corsa con un passo tanto incalzante che già lascia presagisce quale sarà il finale.

Taglia il traguardo per primo Flavio Morandini (DDS) con il tempo di 1:01:58, seguito da Santiago Beltran (DDS) e Riccardo Brighi (Amici del nuoto VVF), un giovane cat. Youth B che aveva già trionfato nella gara di sabato. A seguire Emanuele Grenti (Cus Parma) e Simone Villanova (Propatria Milano). Michele Pezzati perde alcune posizioni nel tratto run ma riesce comunque a riconfermarsi Campione provinciale di Triathlon come nel 2016. Completano il podio del campionato provinciale Matteo Pezzati 2° e Filippo Trevisani 3°.

In campo femminile inafferrabile Tania Molinari (Piacenza TriVivo), accelera ancora di più il passo e giunge prima sotto l’arrivo con il tempo di 1:08:58 e un distacco di 23“ dalla seconda Caterina Cassinari (The Urricane), terza in rimonta nella frazione run Giulia Sforza (Triathlon Cremona); a seguire Carlotta Bonacina (Propatria Milano) e Chiara Cocchi (Amici del nuoto vvf) anche lei reduce dalla vittoria nella gara di sabato cat. Youth B. Un’emozionante vittoria casalinga per Tania, sostenuta sul percorso dall’incitamento dei compagni più piccoli ma soprattutto dalla caparbietà di un’atleta che ha nella determinazione il suo punto di forza e grazie a questa vittoria mantiene il titolo di campionessa provinciale di Triathlon ottenuto anche lo scorso anno. Sul podio al secondo posto Alice Saltarelli (Piacenza TriVivo)e Alessandra Diletta Corvi (Piacenza Natural) al terzo.

Nei podi di categoria per il PiacenzaTriathlon salgono: Matteo Pezzati 1° Junior; Michele Mazzoni 2° M4; Alicia Ghinelli 3° Junior; Alice Saltarelli 3° S1; Sara Bernazzani 2° S3;

Le telecamere della Rai erano oggi in campo per raccontare la bella storia dei coniugi Ramella, 150 anni in due ma con lo spirito di due giovani triathleti, incuranti dell’età anagrafica hanno corso tutta la gara in scioltezza. Potremo vedere le loro gesta in onda su Rai 1 in seconda serata a partire dal prossimo autunno nella trasmissione condotta da Bebe Vio “La vita è una figata!”

Vogliamo ringraziare tutti quelli che ci hanno sostenuto in questa sfida che ormai da 8 anni portiamo avanti in Alta Val Tidone tra mille difficoltà: il Consorzio di Bonifica di Piacenza che ci permette di usufruire delle acque del lago di Trebecco e delle strutture circostanti, il passaggio degli atleti sul coronamento della diga è un valore aggiunto notevole, quest’anno la diga era addobbata a festa con le bandiere che svolazzavano dai pennoni a dare un tocco in più alla gara; i Comuni di Caminata e Nibbiano che consentono la chiusura di una strada principale come la SP412, ma che comprendono che un evento di tale portata ha ricadute positive sul territorio per la promozione turistica; nota di merito speciale quest’anno per il comune di Caminata che oltre ad aver presidiato gli incroci per il passaggio all’interno del Borgo antico, si èanche dotato di palloncini colorati come se a passare fosse il giro d’Italia e grazie a tutti gli abitanti che sono venuti ad applaudire gli atleti;grazie anche alla famiglia Carobbio del ristorante 4 venti che ci ospita ogni anno per i nostri eventi; ringraziamenti dovuti anche alla squadra giovanile del Piacenza Triathlon e ai loro genitori che hanno collaborato in questa giornata.

+Copia link