« Torna agli articoli

AVVENTURA DEL TREBBIA WINTER

09 dicembre 2016 | Stefano Bettini

Si è svolta nella prestigiosa cornice dei giardini del Castello Gonzaga l’ultima gara del Piacenza Sport.
Non si poteva sperare in un clima migliore per concludere la stagione: un inaspettato sole invernale ha accolto i circa 50 atleti che sfidando le fitte nebbie padane sono giunti ad Agazzano per affrontare questa dura competizione.
Una gara a coppie MTB e corsa con orientamento per gli adulti ed un orienteering singolo per ragazzi all’interno delle mura del Castello.
Una gara avvincente e molto articolata quella per gli adulti: una prima parte di corsa alla ricerca di 7 lanterne su un percorso di circa 2 km; poi in fretta in zona cambio per inforcare la Mountain bike alla ricerca di altre 14 laterne disperse e nascoste tra gli splendidi e incantati paesaggi ormai invernali della val Luretta per un percorso di circa 40 km, da Agazzano a Gragnano per un dislivello di circa 150 mt.; infine, posate le biciclette, di nuovo un ultimo percorso a piedi di circa 8 km per le ultime 6 lanterne attenti a non passare il tempo limite delle 5 ore per non incorrere in fatali penalità o la squalifica.
Dopo l’arrivo gli atleti hanno dovuto sostenere un’ultima cruciale prova di equilibrio sulla slackline per accaparrarsi ulteriori importanti punti, ossia camminare per più metri possibili su una fetuccia sospesa. Prova che ha portato importanti colpi di scena alla classifica finale!
Al via nel cortile del castello 18 coppie di cui 7 miste, 10 maschili di cui 2 padre e figlio ed una sola coraggiosa coppia tutta al femminile.
Rapide tutte le coppie a ritornare il cartellino con i timbri delle lanterne da rintracciare nella prima fase a piedi. Invece è stata molto più dura la parte in Mountain bike, tra la fatica di concentrarsi sulle mappe mentre si pedala e i percorsi impervi e infangati, gli atleti hanno dovuto impegnarsi parecchio per trovare tutti i punti di controllo dispersi tra sentieri gelati, prati brinati e campi che fumavano nebbia e ritornare in breve tempo con il cartellino completo dei timbri, impresa che è riuscita solo a 7 team. Il fango ha reso tutto più complicato, le catene da pulire in continuazione per farle girare e scarpe più pesanti da trascinare, ma nonostante ciò tutti sono arrivati per tempo e le coppie più veloci hanno potuto dedicarsi a recuperare anche gli ultimi punzoni sulla scheda ritrovando altre lanterna nell’ultima fase a piedi. Invece chi si è allungato troppo con i tempi ha dovuto accontentarsi di racimolare pochi punti sul finale e di giocarsela alla slackline
Concludono con il miglior tempo di gara il team Bozzola/Donadini (FanBodo) che è anche riuscito a trovare tutte le laterne
seguito dal team Dipace/Dipace (BigBrothers) che a parità di punti è arrivato però in ritardo di quasi 8 minuti.
Il team Bruni/Carini (PietraZalka) conclude in modo eccezionale la sfida alla slackline guadagnando ben 90 punti che però non gli bastano per scaravoltare la classifica, manovra che invece riesce alla coppia mista Barenghi/Marson (Vabio) che con un buonissimo risultato in questa ultima prova guadagna ben 40 punti ed incredibilmente riesce a catapultarsi sul gradino più alto del podio pur avendo solamente il decimo tempo di manche.
Quindi alla fine di tutta la competizione ecco i risultati:
CLASSIFICA
Alla gara kids hanno partecipato 10 coraggiosi atleti dai 6 ai 13 anni. Con entusiasmo e convinzione hanno scorrazzato per i giardini del castello alla ricerca delle lanterne consultando concentrati le mappe e cercando i punti di riferimento sul percorso di circa 1 km per i piccoli e 2 km per gli over 13. Alla fine tutti hanno riportato i tesserini completi dei punzoni di controllo. Il più veloce dei giovanissi è stato Marcello Bisotti che conquista il gradino più alto del podio. Al secondo posto Simone Pelati che precede d’uno scalino il fratello Tommaso Pelati terzo.
Per la categoria giovani vince Mattia Tagliaferri super veloce a ritornare alla base con tutte le lanterne trovate, seconda Gemma Ghinelli.
Grande soddisfazione generale per il gruppo kids che si è divertito molto nonostante il fango, o forse proprio per quello!!!
I genitori hanno potuto godere della visita al castello offerta dal gentilissimo proprietario Principe Corrado che ha illustrato tutte le bellezze architettoniche, artistiche e storiche contenute nella residenza Gonzaga.
La splendida giornata si è conclusa con il pranzo al ristorante “Palazzo dei Camini” di Agazzano, bel epilogo di una più che soddisfacente giornata!!

+Copia link